www.MOTOLTREPO.com
Iscriviti gratis al FORUM (con nickname e password)
e potrai:
comunicare con messaggi personali (PM), vedere la lista Utenti, dire la tua su eventi, attività (motociclistiche e non)
partecipare ai sondaggi, pubblicare la foto della tua moto,
vedere quali sono i post non ancora letti
(ps: non invieremo spam al tuo indirizzo e-mail)

www.MOTOLTREPO.com

AMORE PER LA MOTO E LE DOLCI COLLINE DELL'OLTREPO -(con spazio anche a: SPINO FIORITO, Associazione Culturale)
 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  
PARTNER
PNEUS PAVIA

---------------------------------


VOLO DI RONDINE
(Oltrepo e Mali)

--------------------------------

------------------------------

Ultimi argomenti
________________
per i Programmi TV
di stasera
CLICCA QUI

Licenza
__________________
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata

Condividere | 
 

 SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Norton
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 11857
Età : 117
Località : Castelletto
Occupazione/Hobby : Bandit 1250,Alp 200
Data d'iscrizione : 31.07.08

MessaggioTitolo: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Mar 19 Ago - 21:35

come gli abbiamo promesso, seguiamo il nostro Sigmartini
nel suo viaggio verso la Romania, con l'aiuto del suo blog
( http://martinoponyexpress.wordpress.com/ ) :

(per brevità, e me ne scuso con Sigmartini, taglierò
a grandi colpi d'accetta (l'accetti, Sigmatini?) quanto
scrive e descrive sul blog (chi vuole è autorizzato
a leggere l'originale... study ) perchè qui riporterò
ad uso e consumo dei Motoltrepisti (si dirà così??) solo
la parte viaggio, che è tutta esperienza anche per noi...


" 1° agosto - Partito! e sosta pernottamento al Camping
di Lignano Sabbiadoro,  da Robie con Rick “the kiwi boy“.


2 agosto - il Campeggio del Carso -
Lasciata Lignano, lasciato l’amico Robie.
E siamo in un campeggio.
In un campeggio del Carso.
Ed ora la baby disco suona il “pulcino pio”.
In questo campeggio del Carso.

3 agosto - Prima notte da solo. A Pradielis.
Farfalle nello stomaco.
Cerco il ritmo.

-----  Faro a Est. Pori aperti. Mente vuota. Due lettere da consegnare.
Lascio convenzioni e pregiudizi; il quotidiano che assorbe;
le regole che non ho scelto e Razionalità.
I miei pensieri non mi sbarreranno la strada.
Uscire dal giogo del gioco....

Cerco scosse dell’esistenza. Il perché si sta chiarendo.
Asfalto che scorre ad un palmo dai piedi.
Lasciarmi portare dalla moto, condividerci le scelte.
Esposti agli stessi rischi, alle stesse intemperie.
Fusi. Meccanici. Cuore-cilindro.



6 agosto - ultima sigaretta in Slovenia-
Accesa.
La Slovenia in buona sostanza è un grande Trentino. Boccata.
Valli laterali scavate da fiumi glaciali che confluiscono in zone pianeggianti coltivate a mais.
Abeti orsi – latifoglie mais e trattori. Boccata.
Non mi mancherà.
Un ripetersi per chilometri di stessi paesaggi e stessi centri abitati. Boccata.
Suddetti centri costellati di cubi commerciali: Lidl, Hofer, Tus, Mercator, Eurospar. Boccata.
Ieri ho preso moltissima acqua e oggi mi son svegliato con la faccia calda e la pelle che tirava. Credevo febbre. Era disidratazione. Boccata. Doppia boccata.
Ricordati di bere. Boccata.
Ora cerco una mappa, una banca e un posto per la tenda.
Eccomi in Ungheria.
Spenta.

6 agosto -
Attraversato il confine mi trovo in una terra nuova dove si parla una lingua nuova.
Odori di carne bollita, segherie e campagna.Niente più euro.
Mi fermo ad un distributore: all’interno un uomo in divesa sorseggia un caffè lungo e una signora è suduta.
Mi faccio intendere ma niente mappa.
L’uomo in divisa, mi guarda, mi dice sgurfimbielresssikks, esce, 2 minuti e torna con la sua. Di cartina.
Grazie uomo in divisa blu con casacca a scacchi bianchi e gialli e pistola al fianco (mi sai sei un poliziotto).
Poco più avanti mi fermo per una birra, per sondare: nel bar quattro operai, il proprietario e una signora con cicca accesa e fissa tra le labbra.
Mi chiedono dove vado.  Da dove vengo. Vedono la moto e dicono «super» che però si sente SUPPPAAA.
E parliamo senza parlare

8 agosto - Lago Balaton
...Con una cosiderevole superficie di 592 km2 e una profondità massima imbarazzante di 12 metri, il lago Balaton si fissa nella mia mente come il lago più difficile in cui affogare. Gente che per non toccare si porta il pranzo al sacco al largo. E qualcosa da leggere.
Gesù probabilmente è venuto qui a fare il numero della camminata sulle acque.

10 agosto - ciao ciao Budapest
Domani mattina presto lascio Budapest.
La città confonde e costa.
Tra domani e dopodomani: Debrecen
Poi Romania cara mia.

(il nostro Sigmartini si è preso l'impèegno di consegnare una cartolina a Debrecen - ndr)

11 agosto - la prima lettera-
La prima lettera è una vecchia cartolina di Villa Rendena.
La mittente Isabella è la fu badante di mia nonna Maria.

Arrivo nel centro di Debrecen alle 5 del pomeriggio circa.
Durante il giorno chilometri piani di campagna ungherese.
Mi fermo e faccio vedere ad un taxista l’indirizzo. Lui capisce.
Tira fuori il suo gps: 9,2 km da dove siamo ora.
Tiro fuori la macchina fotografica e in 6 foto copro la distanza. Parto.
Gira e rigira capito nella periferia-dedalo di Debrecen: chiedo, e la soluzione me la dà il proprietario mezzo cieco di un piccolo bar disegnandomela con le dita sulla sabbia.
E lo trovo il 36 di Szuret Utca in Biczo Istvan nella periferia di Debrecen.

12 agosto - Debrecen
Al numero 36 di Szuret Utca trovo Lia e famiglia che mi aprono casa loro, mi danno un letto  per due notti, un bagno e da mangiare in abbondanza. E anche da bere in abbondanza. Grazie. Moltissimo.
Ne approfitto per fare due passi in questa periferia di Debrecen, che è così composta: case, casettine, baracche, baracchette, giardini e orti, il tutto incasellato  nei più svariati recinti con cane annesso. Questi cubetti geometrici sono uniti e separati da stradine che vanno dalla finissima sabbia (piuttosto strano) alla ghiaia grossa.
...giro turistico di Debrecen in auto e poi branda

13 agosto - mattina - lascio Debrecen

13 agosto - Romania
Tira vento e fa caldo.
E’ cambiato il fuso orario e Vodafone scrive «mò sono cazzi tuoi». Finalmente.
Le strade sono dure e il paesaggio morbido.
E’ cambiato l’odore.
E’ cambiata la pressione.
E’ cambiato il colore.
Mangio il panetto lasciatomi da Lia: polpetta – coscietta di pollo fritta e pane. Buonissimo. Grazie Lia.
E ciambelle fritte fritte fritte. Buonissime.
Attraverso paesini rosso-marrone-blu, i vecchietti si riparano il viso dal sole e alzano la mano. Sono un OZN. Siamo un OZN.
Rischo di uscire dritto su una curva perché fisso una vecchietta seduta su uno scalino.  E’ rossa-marrone-blu. E’ una radice.
Al bar mi siedo accanto a un tipo tatuato in casa che le canta a due giovani. Mezzo litro di birra, due cicche, gli stringo la mano e mi saluta: «ciao colega».
Ci guardano partire e mi fanno gesto di dare di gas.
Con piacere.
Odoriamo di lontano io e la BEEMVE, celebri nel migliore dei modi.
C’è da chiedersi perché piffero ci abbiamo messo 12 notti ad arrivare qui.

17 agosto - Baia Mare

Isabella è una donna eccezionale. Sorridente e forte.
Fa sentire protetti.
Le manca il comunismo e Ceausescu.
Qui è la mamma un po’ di tutti.
Stevi è il figlio, abita a Villa Rendena ed è uno in gamba.
Faceva il breaker negli anni ’80. Sui Kraftwerk.
E dice «Nel 2000 non credo nella fine del mondo perché se c’è Dio non ha messo una cifra tonda.» Che, dico io, non fa una piega.
Insieme loro due sono accolto dagli abitanti di via Cuza Voda, palazzina 2 scala C, che si alternano sulle due panchine sotto casa a chiacchierare: sono molto uniti, questa cosa si sente e a me piace.
...

17 agosto - Chilioara - la seconda lettera
La seconda lettera è una lettera a tutti gli effetti.
Lascio Baia Mare postumo dal battesimo del giorno precedente (si basti sapere del suddetto battesimo che il mio nome sulla tavola era Toto Cutugno).
Attraverso un fiume su una chiatta e mi ritrovo navigare su colline assolate.
Chiedo informazioni. Una volta. Due. Tre. E più.
E poi lo trovo il paesino di Chiliora, immerso tra due colli, lungo un fiume, poche case e molti animali.
E trovo anche Maria Murasan, che non mi aspettava. Ed è felice. Molto.
E con lei trovo la sua bella famiglia numerosa riunita qui per le vacanze: Gheorghe e Stella che lavorano a Bologna, come Dorin e famiglia. Sono molti e sono contenti.
Mi aprono casa loro, mi offrono da mangiare e bere, mi fanno visitare il paese con bar annesso e mi offrono un letto in cui mi risveglio il giorno dopo.
Di mattina presto.
Felice.


18 agosto - strada per Mara
La strada per Mara si rivela essere una mulattiera grigia che mi porta in quota.
Faggio, abete, pascolo.
Incontro due sorelle e un fratellino che raccolgono porcini marroni: si fermano quassù fino a settembre, curano il gregge di pecore e raccolgono miceti.
E abitano una delle case più belle che abbia mai visto.
Mi disegnano la strada sulla terra.
Stiamo assieme il tempo di due sigarette. Si chiacchiera. E si ride.Mi dicono: «Drum Bun».
Rispondo: «Multumesc»


19 agosto - galline in giardino
Si chiude il cerchio Lettere da consegnare.
Ci vuole tempo ad organizzare un viaggio.
Cerco senso. Cerco significato.
Luoghi fuori dalla catena perché si riflettano e mi facciano riflettere.
Il ritmo è in crisi.
Uno sgambetto.
I cartelli. Riconosco quelli nuovi marchio CE. A me piacciono quelli vecchi.
Sempre a dar nomi comunità europea del piffero.
Incentivi per rottamare, tutte auto nuove.
«Si sono evoluti anche qui», mi dicono.
A me sembra facciano sgommate con jeeponi del piffero.
Mi sa ho la febbre.
Ma hai presente guidare un cavallo rispetto a una cosa di platica?! ... Un cavallo!
Un uomo si allarga in un sorriso.
Un cavallo pensa...
Confusione.
Sono stufo di mettere ordine.
Io voglio suonare la tecno con le galline in giardino. ....

Tornare in alto Andare in basso
Norton
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 11857
Età : 117
Località : Castelletto
Occupazione/Hobby : Bandit 1250,Alp 200
Data d'iscrizione : 31.07.08

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Mar 19 Ago - 21:48

Bravo Sigmartini!

e adesso?
non lasciarci così con le galline....
 Very Happy 

_________________
"chi scruta tutte le nuvole non parte mai " (proverbio) ------------
Tornare in alto Andare in basso
Yamaha800

avatar

Maschile
Numero di messaggi : 284
Località : mortara
Umore : stabile
Data d'iscrizione : 27.03.13

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Mar 19 Ago - 22:41

lol! 

ben raccontato!

 dacordi 
Tornare in alto Andare in basso
Norton
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 11857
Età : 117
Località : Castelletto
Occupazione/Hobby : Bandit 1250,Alp 200
Data d'iscrizione : 31.07.08

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Mar 19 Ago - 22:45

Sigmartini mi ha appena inviato un messaggio privato
che pubblico (perchè in fondo non è tanto privato):

cheers 
Felice di essere in buona compagnia.
Grazie ragazzi. Davvero.

M.


ciao Sigm
 ciao 

_________________
"chi scruta tutte le nuvole non parte mai " (proverbio) ------------
Tornare in alto Andare in basso
Granata

avatar

Numero di messaggi : 231
Data d'iscrizione : 08.08.14

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Mar 19 Ago - 23:19

questi si che sono Viaggi!!! bravura 
Tornare in alto Andare in basso
Norton
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 11857
Età : 117
Località : Castelletto
Occupazione/Hobby : Bandit 1250,Alp 200
Data d'iscrizione : 31.07.08

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Mer 20 Ago - 21:14

e il viaggio continua:

"....19 agosto:
Il passo Prislop è un confine.
Di qua il Maramures: terra verde dove la gente vestita lavora i prati. Puntellati di covoni di fieno marroni. I prati verdi. Prati rastrellati da gente che chiacchiera. Prati tagliuzzati da gente con falci stupende. Lame azzurre.
Di là la valle del Viseu: abeti fitti fitti come colpi di pennello dove i Rom allevano cavalli bruno su prati giallo verdi lungo un fiume che porta al passo. Di Prislop ovviamente. Qui i nomadi sono di casa.
Il posto nel sole del pomeriggio è dannatamente bello.

Farei una foto.
Ma mi hanno fregato la macchina.
No, non è vero.


Tornare in alto Andare in basso
Norton
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 11857
Età : 117
Località : Castelletto
Occupazione/Hobby : Bandit 1250,Alp 200
Data d'iscrizione : 31.07.08

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Mer 20 Ago - 21:16

ancora 19 agosto:

"...(Qui possono tranquillamente vantare le più gloriose buche che io abbia mai visto.
Come quantità.
Come qualità.
Pazzesco.
Alcune di esse sono eccezzionali e meritano la nomea di Regine.
Ecco ad esempio un bel esemplare: non è dei più grossi ma rende vagamente l’idea.)

Tornare in alto Andare in basso
Stras
gran postatore
gran postatore
avatar

Femminile
Numero di messaggi : 1364
Data d'iscrizione : 09.10.09

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Mer 20 Ago - 22:10

Scopro, non avevo ancora visto questo report  Embarassed Smile 
ovviamento non ho potuto ancora leggere tutto... lenta come sono...    Laughing 
Ma lo facero  study 
Buon viaggio  Smile  ciao
Tornare in alto Andare in basso
Norton
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 11857
Età : 117
Località : Castelletto
Occupazione/Hobby : Bandit 1250,Alp 200
Data d'iscrizione : 31.07.08

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Ven 22 Ago - 16:41

il racconto di Sigmartini continua.....


"...20 agosto -
(Ed eccoci alle pressochè inevitabili buche a grappolo.
Esse si presentano sottoforma di mimetica tamburellata sulla strada.
Ditate di gigante in attenta attesa.
Caratteristica numero uno delle buche a grappolo: essere pressoché inevitabili.

la via per Bilbor -
Appunto: è il caso incominci a riconsiderare l’idea di prendere strade che sulla mappa sono bianche.
Dedica: grazie motocicletta che tiri e non spingi. Che ti fidi. E mi fido.

La via per Bilbor scala un fianco di montagna e mi è stata suggerita da Isabella, seduta con la figlia su un ponte in attesa dell’auto che le porterà a casa.
«Drum Bilbor melior». Mi ha detto ad un incrocio.
«’Sti cazzi. L’altra doveva avere cecchini, crepacci e bombe». Penso io seduto al Magazin Mini Market di Bilbor.
E’ pomeriggio con sole calante.
Voglio dormire qui. Stamattina non stavo bene. Voglio dormire qui.
Chiedo alla ragazza che mi vende la birra.
Mi dice di chiedere alla signora anziana là seduta.Di chiedere in romeno se posso mettere la tenda nel suo giardino.
Mi dètta:
DACATEROG MALASH SA PUN CORTUL A IC.
«Da»

21 agosto a Bilbor - mattina
La mattina è dopo una notte di temporali.

Caffè lungo. Altro caffè lungo. Sigaretta.
Tutto bagnato in giro.
Tutto ancor assonnato.
Passeggio. Si chiacchiera. Si vede la terra. Si vedono gli animali.
Si fa una colazione che ti farebbe scalare una montagna.
Passeggio. Si chiacchiera. Si vede la terra. Si vedono gli animali.
Si pranza.

Flora, Viorel, Lydia, Adriana.
Grazie.
Me ne parto con il cuore un po’ più grande.


Ultima modifica di Norton il Ven 22 Ago - 23:04, modificato 2 volte
Tornare in alto Andare in basso
Ens
mega postatore
mega postatore
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 2482
Età : 59
Località : Viginon
Occupazione/Hobby : Di tutto un pò
Umore : Dipende dall'interlocutore
Data d'iscrizione : 21.03.14

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Ven 22 Ago - 20:38

Bravo! seguo con trasporto....  Very Happy 
Tornare in alto Andare in basso
Norton
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 11857
Età : 117
Località : Castelletto
Occupazione/Hobby : Bandit 1250,Alp 200
Data d'iscrizione : 31.07.08

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Mer 27 Ago - 14:33

...continuazione.... :


"....21/8 - Un temporale e la sera mi fermano a Bicaz. E ‘sticaz.
Oggi gole di Bicaz. Fuori è grigio e la tuta antipioggia è pronta in tasca.

24/8 -Le gole di Bicaz non erano niente di che.
Molta gente. Molti souvenirs. E una gola.
Dopo la notte a Brilop non so dove puntare il faro.
Sono in down per eccesso di produzione di endorfine.
Perdo molto tempo. Molto.
Non è facile sgombrare la testa. Fare spazio.
Cerco la pace mentale.
La cerco per non trasferire i miei problemi personali in ciò che sto facendo e voglio fare.
Far collimare essere e percepire.
Praticare il distacco.
Non seguire le istruzioni di fabbrica per due ragioni: perchè le possibilità sono molteplici ma sopratutto perché è altamente improbabile che quelle indicate siano le migliori.
Osservare.
... No.
La deriva mistica no.

25/8 -Notte in collina - Harghita
E alla fine mi faccio portare dalla motocicletta.

E arriviamo in una terra stupenda.
Odore di fieno. E prato
Attendere che la notte cali sulle colline.



Spazio

Odorre di grilli, stelle, morbido e terra.

Fumo, mangio una mela.

- Per Valea-Uzulei

Lascio le morbide colline.
Faro a Est verso la zona moldava in Romania.
Ritorno in montagna.
Mi assicuro che la drum sia bun per il motor.
E arrivo a Valea Uzulei.

Tornare in alto Andare in basso
First
gran postatore
gran postatore
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 1433
Località : dapartut.
Occupazione/Hobby : www.turismoinmoto.it
Data d'iscrizione : 14.01.10

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Dom 31 Ago - 20:49

Quanti ricordi!!!

Però noto che a distanza di anni le buche nelle strade ed ci sono ancora....

Buona continuazione. Per me la Romania è stata una vera sorpresa.

p.s. Fore mi è sfuggito e ci sei già passato. Se passi da Brasov/Bran segui per Poiana di Brasov. Località montana con tanto di funivie. Lassù d'inverno sciano.
Tornare in alto Andare in basso
Norton
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 11857
Età : 117
Località : Castelletto
Occupazione/Hobby : Bandit 1250,Alp 200
Data d'iscrizione : 31.07.08

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Mer 3 Set - 21:52

continuo a pescare nel blog di Sigmartini...:

27 agosto -
Mizzo, puzzo.
L’ostello che ho abbandonato nelle critiche di tutti aveva le federe dei cuscini dell’USL di Piacenza. E ho detto tutto.
A Caransebes.
Un segnale per dire che sto bene e domani aggiorno.
Un segnale per dire che stasera sono ospite di Campidelli: beccato all’ultimo.
Un segnale per dire “Licia, ti stampo un bacio sulla pelle. Rosso.”



28 agosto -
Tuncay il turco nasce e vive ad Istanbul.
Città turca come Tuncay. Il turco.
Lo incontro con la sua grande moto bianca fermo ad un passaggio di livello.Senza sbarra. Con sirena.
Stretta di mano.
Tuncay il turco è ben organizzato. Con sé porta tutto. Non gli manca niente.
E quando dico niente, intendo niente.
Siamo diversi e tutti e due vogliamo il viaggio nel quotidiano.
Tuncay il turco quando è felice gli si allarga la faccia.
Ha gli occhi sinceri.
La mattina ci salutiamo.
Buon viaggio Tuncay. Il turco.

24 agosto - Brasov
Vorrei fare un saluto ai miei amici calzetti. Rimasti tutti e 7 paia in ordine e ben piegati sul comò a Bologna.
«Ciao ragazzi, me la sono cavata anche senza di voi. E’ stata dura ma è andata.
Ci si vede a Bologna. State bene. Martino».

26 agosto
Fino ad ora e quindi direi definitivamente nessun contatto serio e duraturo con i Gipsy. Avrei tanto voluto.
Ma loro stanno appartati. Isolati in cerchio. Imboscati.
Avrei tanto voluto conoscerli.
In buona sostanza quelli incontrati sono raccoglitori: mirtilli, more e funghi che poi vendono lungo le strade.
Mi fermo con la scusa di comprare.

E me ne parto con un «mega brisone dell’osti».
Che poi dove lo metto.
Che poi come lo mangio.

Ritmo e tutto vanno a rotoli qui alle 19:30 in Romania.
Sono stanco.
Cerco un posto per la tenda.
Cerco un posto dove mangiare.
Non sempre il senso c’è.
Il fuoco che riscalda i desideri ed illumina i pensieri è merce rara.
Di libertà assoluta. Di una morbidezza assoluta.
Il resto del tempo si cerca di ricordarlo.

Mi dirigo verso le colline.
Qui incontro Viorel che bada alle mucche in mezzo ad un prato lungo un fiume.

E gli dico «Ieu singor da Italia co motor. Cortl» (glielo dico facendo il gesto della tenda).
Mi guarda. Capisce. «Da, da, da». Mi risponde.
E alla fine torna indietro e mi dice che posso piazzare la tenda nel recinto di questa casa.
E alla fine gli sgancio la “mega brisa dell’osti” presa ai Gypsy King.
E alla fine mi consegna le chiavi di questa casa che non è ancora terminata: «se fa freddo» dice. «Se tira aria» dice.
E se ne va tutto contento con il suo brisone.
Grazie Viorel.
Un buon profumo di legno levigato e fuori il vento.

27 agosto - Caransebes
Arrivo a Caransebes sotto l’acqua.
Dannato materassino ad aria che non tieni l’aria.
Ho la schiena a pezzi.
E non mi sono fatto lasciare il numero da Matteo che abita qui da qualche mese. Bevo caffè.
E poi. Poi lo trovo Matteo Campidelli.
E mi sento leggero.
Grazie Matteo.

Matteo ha gli occhi sottili e una moto nera. Veloce.
Su cui va. Veloce.
Mi fermo qui a Caransebes per due notti.
Riposo. Lavaggio moto. Riorganizzazione bagagli.
E chiacchiere con Matteo.
Davvero grazie. Dovevo fermarmi.
E fermarmi da te è stato ottimo.
Matteo ha fatto una scelta che lo ha portato qui.
Buona fortuna Campi.

29 agosto - Danubio
Riposati. Lavati. Suoniamo bene e partiamo verso il grande Danubio. Blu.
Grande come un mare. Blu.
Chilometri di strada che corrono lungo la sponda romena.
Dall’altra parte la Serbia.
Chilometri di strada percorsi con il sole in fronte. Al tramonto. Verso Ovest.
Ed il fiume a sinistra sotto la strada. Che seguiamo con lo sguardo. E che rispettiamo.
Poi una miniera stesa lungo il fiume.

E il desiderio di dormirci.
La notte blu e i pescatori.
Parole seduti in cerchio.
Mi offrono la cena e un posto al riparo con loro.

Una delle notti migliori che abbia mai avuto.
Una sensazione grande. Il fiume. Il Danubio. La tenda, i pescatori e le stelle.
La moto, l’odore dell’acqua, la miniera.
Una sensazione di spalle protette.
Grazie.

.... (continua)

Tornare in alto Andare in basso
Norton
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 11857
Età : 117
Località : Castelletto
Occupazione/Hobby : Bandit 1250,Alp 200
Data d'iscrizione : 31.07.08

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Mer 3 Set - 22:04

....(continuazione)....

30 agosto -
Grazie. Molte.
Il motore gira bene.
Direzione Belgrado

........

1 sett. -
Lascio Belgrado.
Direzione Sarajevo

1 sett.-
Milenko lo incontro mentre cerco un panino. Per il pranzo.
E’ lui che mi ci porta. Dal panino.
Milenko ha la faccia morbida, tutta pelle in cui sono scavati occhi e bocca.
Mi prende sotto braccio, mi parla una lingua che non conosco e mi porta dal panino.
Tutti in questa zona di questa cittadina bosniaca di periferia lo conoscono
Nessuno lo prende sul serio perché gli piace «glu glu». Ma poi in realtà tutti lo prendono sul serio.
Ci sediamo e passiamo il successivo paio di ora a chiacchierare.
Milenko lo incontro mentre cerco un panino.
Poi una foto.
E ne vuole una insieme.


E vuole che gliela spedisca.
E mi lascia l’indirizzo. Mezz’ora solo per scrivere quello.
Ciao Milenko che mi porti dal panino e non vuoi che me ne vada.
Ma minaccia acqua. E Sarajevo è ancora lontana.

1 sett. -notte dal benzinaio
Lascio Milenko e mi dirigo a Sarajevo.
Tempo un’ora e incomincia a piovere.
No problema. Finché c’è luce macino chilometri.
Poi il buio.
No problema. Mancano 80 chilometri.
Mi consulto con la moto. Ce la facciamo.
Partiamo.
Ora so che: guidare al buio, sotto l’acqua, bagnato, con le auto che ti accecano e non vedi nulla per qualche secondo è semplicemente mega pericoloso.
Faccio quelli che percepisco essere 300 km.
Mi fermo ad un distributore su una collina.
Chiedo.
Mancano 50 chilometri.
No. Non li faccio. Non ci torniamo sulla strada. Fa paura.
E allora, allora notte dal benzinaio.

Grazie amici benzinai che mi lasciate nascondere la tenda zuppa.

E mi ci infilo. E ci bevo su.
La notte dal benzinaio è una di quelle notti in cui non dormi niente. E fuori piove e fa freddo

2 sett. Sarajevo
Dormito niente.
Sono a Sarajevo e non sono nello spirito di fare foto o cose.
Giusto un’occhiata al bazar turco.
Giusto un’occhiata alla biblioteca riaperta da poco dopo le «cupe fiamme».
E me ne vado.
Me ne vado e sbaglio strada e quando me ne rendo conto sono passati 70 chilometri.
E così invece che farmi la costa croata mi sparo 300 km di montagna bosniaca.
300 chilometri bagnati e nebbiosi. 30 km/h – 90 km/h.

3 settembre - Ritorno
Previsioni meteo mettono acqua. A catinelle.
Ritorno risoluto nel ritornare.
Anche perché il quattro notte ho un appuntamento che non voglio mancare.
Anche perché con la notte in albergo ho praticamente finito il denaro.
Preso bene.
Ritorno."





Buona strada, Sigmartini!
Se e quando passerai dall'Oltrepo
hai più di una birra pagata!


cin cin
Tornare in alto Andare in basso
Norton
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 11857
Età : 117
Località : Castelletto
Occupazione/Hobby : Bandit 1250,Alp 200
Data d'iscrizione : 31.07.08

MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   Sab 20 Set - 11:48

3 sett.:
"....Un temporale e una montagna portano verso la costa croata.
Con calma cambia la temperatura e lo spessore dell’aria.
E non piove più
Chilometri di buon asfalto in direzione Zadar.
Primo odore di pino.
Il sole e poi il mare.
Mi sei mancato mare.

Con i piedi nell’acqua capisco che sono stanco.
I 300 km di montagna bosniaca sono un errore che mi fa capire che sono stanco.
Anche aver comprato i biglietti per il traghetto mi fa capire che sono stanco.
Anche il tempo che impiego a cercare le cose mi fa capire che sono stanco.
Anche aver messo due uova nella borsa del serbatoio mi fa capire che sono stanco.
I biglietti non li rimborsano.
Allora notte in traghetto.

----

5 sett:

"...Una notte sul traghetto si può facilmente riassumere nel divario biblico se sia meglio dormire sul duro e crudo suolo oppure cedere alle poltroncine ormai ridotte allo scheletro. Con gli appoggiagomiti non reclinabili. Non reclinabili.

..."La mattina il traghetto arriva in un’Ancona ancora addormentata.
Colazione.
Con la moto si decide di prenderla lunga. Di prenderla larga.
Ed andare a Bologna.
Andare in Pratello.
Tornare a casa.

..." 9 settembre:

Faccio il punto
34 vite vissute. Torno ma non torno quello di una volta.
Punto.
Ora, ora uno dei momenti migliori.
Il battito del cilindro ha contato molto, ancor più le persone. Chi mi ha guardato negli occhi.

Roooooobin, grazie amico mio, della branda e tutto. Buone cose e saluta Tizzy e Paola. Grande.

Rick the kiwi boy: my dear, un piacere condividere chilometri con te. Il mio compagno di viaggio ideale.

Minorenne e Bisaccia. Grazie ragazzi dei giorni sul Balaton, il lago su cui puoi passeggiare come Gesù. Minore grazie della fotocamera e di essere il Minorenne. Un abbraccio.

Lia, kitty e Giovanni, i destinatari della prima lettera: siete stati la porta per la Romania, grazie dell’accoglienza, del letto, delle frittelle, delle polpette. Grazie.

Grazie Stevi, l’uomo che ha dato il “la” all’idea d’un viaggio in Romania. Che mi ha offerto la sua terra. Isabella, donna eccezzionale, Marianna, Claudio e tutti gli abitanti di via Cuza Voda, palazzina 2 scala C in Baia Mare. Grazie, siete belle persone.

Il paesino di Chilioara, nascosto tra le morbide curve delle colline e destinazione della seconda lettera. Grazie Maria Murasan, Stella e Giorgio, Padre Marinel e la vostra famiglia. La mia pessima memoria mi dimentica i nomi ma i volti sono impressi. Grazie.

Ai fratellini raccoglitori di miceti che passano l’estate nella loro bella casa in montagna. Buone cose.

Bilbor! Il paese, Flora, Viorel, Lydia, Adriana. Grazie per avermi offerto un posto, dei pasti e delle chiacchiere. E il giro in carretto!! Grazie. Molte.

A Jimi di Roma, al cui amico ho chiesto un’informazione che si è tradotta in cena, ubriachezza e notte in un letto. Grazie. Non dimentico.

Grazie Tuncay il turco. Mazza Tuncà, sei davvero ben organizzato sul tuo motorone bianco. Buona strada.

Ai Gipsy king. Grazie del brisone. Alla prossima Gispy.

Alle chiacchiere in miniera.

A Viorel, per avermi lasciato mettere la tenda, esser tornato indietro a dirmi di metterla nel recinto, esser tornato indietro per lasciarmi le chiavi di casa. Il profumo del legno levigato. Grazie.

Campi! Grazie, delle chiacchiere, del riposo. Dacci dentro!

Ai pescatori e alla notte sul Danubio blu. Le parole non rendono. Grazie molte, mi avete offerto una notte incredibile. Impressa nella retina. Grazie.

Compagno Milenko che sottobraccio mi porti dal panino. “Specialite!”. Ho l’indirizzo, stampo la foto e spedisco. Super.

Amici benzinai che mi lasciate nascondere la tenda zuppa. Grazie. Del caffè, di avermi asciugato i guanti a casa. Grazie.

Ad Alex il traghettatore. Incontrato su un traghetto, le parole con lui mi accompagnano sulla penisola. Grazie.

Allo strudel di Renata che probabilmente mi ha salvato la vita. Grazie.

Agli sponsor.

Alle nostre case che ci hanno accolto.

Grazie alle strade che mi hanno portato, alle buche che mi hanno evitato.
Alle città che mi hanno ospitato: Budapest, Belgrado e Sarajevo.

Grazie alle montagne, alle colline, al sole, all’acqua e alla nebbia.
Ai fiumi compagni di viaggio.
Grazie al Panino e ai bar. Alle birrette e alla Palinka.

Grazie alla mia musa e a chi mi ha ispirato.

Grazie a chi mi ha seguito su questo blog. Per me è stato importante.

Grazie alla moto: navicella e astronauta, esposti agli stessi rischi non poi così dissimili insiemi di parti.
Grazie consorte, un piacere correre abbracciato a te.

E grazie alla rivoluzione che è un atto di violenza.

...
Dedicato ai miei amici.
Tra cui vanto i miei tre fratell

_________________
"chi scruta tutte le nuvole non parte mai " (proverbio) ------------
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania   

Tornare in alto Andare in basso
 
SIGMARTINI è in viaggio.....destinazione Romania
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
www.MOTOLTREPO.com :: MOTO E OLTREPO PAVESE :: GIRI FATTI: Report di viaggi e Racconti-
Andare verso: