www.MOTOLTREPO.com
Iscriviti gratis al FORUM (con nickname e password)
e potrai:
comunicare con messaggi personali (PM), vedere la lista Utenti, dire la tua su eventi, attività (motociclistiche e non)
partecipare ai sondaggi, pubblicare la foto della tua moto,
vedere quali sono i post non ancora letti
(ps: non invieremo spam al tuo indirizzo e-mail)

www.MOTOLTREPO.com

AMORE PER LA MOTO E LE DOLCI COLLINE DELL'OLTREPO -(con spazio anche a: SPINO FIORITO, Associazione Culturale)
 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  
PARTNER
PNEUS PAVIA

---------------------------------


VOLO DI RONDINE
(Oltrepo e Mali)

--------------------------------

------------------------------

Ultimi argomenti
________________
per i Programmi TV
di stasera
CLICCA QUI

Licenza
__________________
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 
Rechercher Ricerca avanzata

Condividere | 
 

 San Martino - la pieve svanita

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Norton
Admin
Admin
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 11916
Età : 117
Località : Castelletto
Occupazione/Hobby : Bandit 1250,Alp 200
Data d'iscrizione : 31.07.08

MessaggioTitolo: San Martino - la pieve svanita   Mer 30 Ago - 15:04

"Arrivano, quei maledetti! Presto, tutti dentro! Chiudere tutto bene!
E prediamo le forche e le asce, forza, forza!!!...."
Oltrepo, un autunno di tanti anni fa. Un gruppo di mercenari, forse Lanzichenecchi, grossi, barbuti, su grandi cavalli, si avvicinavano al galoppo al gruppetto di casette addossate all'antica Pieve di San Martino della Luta. La zona  era – ed è ancora oggi -chiamata  "Giarȍ' – che nella lingua locale significa "torrente" –per la presenza del torrente Luta (oggi Luria) e si trova ad ovest dell'attuale comune di Codevilla. Gli abitanti si erano affrettati ad entrare tutti nel portone del muro che cingeva la Pieve. Erano tempi bui, la casa del Signore aveva dovuto essere murata e fortificata per resistere agli attacchi di quei senza Dio. Orde di militari, per lo più mercenari, si trovavano nelle nostre terre, e – quando non erano impegnati in battaglia – rapinavano, violentavano, uccidevano gli inermi e laboriosi abitanti .
I soldati erano arrivati sotto il muro della Pieve, sghignazzando e gridando nella loro lingua barbara. Avevano iniziato a tagliare un tronco per farne un ariete per abbattere il portone. Altri lanciavano pietre oltre il muro per terrorizzare le loro prede. I più giovani avevano l'incarico di razziare quel che c'era nelle povere case, e stavano inseguendo maiali e capre.
All'interno l'Arciprete aveva raccolto i suoi fedeli nella chiesetta, appena appena sufficiente per accoglierli tutte. Le donne piangevano, come pure i bambini. Le vecchie recitavano il rosario. Gli uomini avevano gli occhi sbarrati e stringevano le loro armi contadine, ben sapendo che poco avrebbero potuto fare contro dei professionisti abituati ad uccidere. Ad un tratto, l'arciprete alzò le braccia, e chiese il silenzio. A poco a poco tutti tacquero. Si sentivano distintamente i colpi sordi dell'ariete contro il portone. L'arciprete disse semplicemente : "Preghiamo Dio per un miracolo" E tutti cominciarono a pregare.
Fuori, tutto attorno alla soldataglia urlante, cominciò ad alzarsi una nebbia strana. Una nebbia improvvisa, grigia, scura, minacciosa come quando d'estate grosse e veloci nuvole nere spengono la luce del sole e minacciano grandine e tempesta. La nebbia aumentava,  non ci si vedeva a due passi...I soldati smisero di battere il portone, si guardarono attorno. Nei loro animi superstiziosi cominciarono ad affiorare disagi e timori. E infine abbandonarono la loro nefasta impresa.

Più o meno vi ho raccontato la leggenda del miracolo della Pieve di San Martino.
--------------------------------
Fino a vent'anni fa era ancora in piedi la fattoria S.Martino.
Era di proprietà della Curia; pare che qualcuno avesse cercato
di comprarla, ma senza esito. Poi, poco a poco, la costruzione,
abbandonata a se stessa,  ha iniziato  il degrado. Le travi del tetto
hanno iniziato a cedere, le tegole a franare, rami e radici a infilarsi nelle finestre
e sotto i muri...
Infine – anche per evitare responsabilità di danni ai terzi,
il tutto è stato spianato.
Le mie foto sono l'ultimo ricordo di una Pieve millenaria, prima che una ruspa
ed un aratro trasformino tutto in un campo di mais.
Ecco uno stralcio di una mappa IGM (Ist.Geografico Militare) del 1957, ed una foto presa dal satellite oggi:



Fonti:  
Goggi – "Storia dei Comuni e delle Parrocchie..." Litocoop – 1973
"Codevilla era capoluogo di una pieve chiamata San Martino di Luta... ove fu eretta una piccola cappella. Di questa pieve il Salice scrive  «anno 482 (!): quest'anno fu eretta una chiesa  in loco lutae seut caput villae »....
Possediamo un istrumento in data 2 agosto 1173 redatto. «Nel chiostro della pieve di san Martino di Luta alla presenza del Signor Arciprete Bonardi della stessa pieve e di altri chierici... »

Garbi – Scrollini – "Codevilla..." CEO -2000
"Nel 482, invece, fu eretta una chiesa in 'loco lutae' dedicata al Salvatore e successivamente a san Martino."

Le foto:













Nota:
1)L'edicola posta all'inizio della stradina che porta alla Pieve era affrescata con una immagine di san Martino a cavallo, che con la spada taglia il mantello per il povero. Col tempo l'affresco è svanito, Ora c'è al suo posto una immagine di Padre Pio (!?) probabilmente l'iniziativa stravagante di un dilettante locale.
2)La strada su cui sorgeva la pieve era un'antica via romana (direzione Tortona-Piacenza) e costeggiava il torrente Luria – il cui corso è stato poi modificato e deviato.
Tornare in alto Andare in basso
Pip
moderatore
moderatore
avatar

Femminile
Numero di messaggi : 411
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: Re: San Martino - la pieve svanita   Mer 30 Ago - 15:55

Davvero interesante! E non conoscevo la leggenda del miracolo Shocked
Tornare in alto Andare in basso
Ens
mega postatore
mega postatore
avatar

Maschile
Numero di messaggi : 2477
Età : 59
Località : Viginon
Occupazione/Hobby : Di tutto un pò
Umore : Dipende dall'interlocutore
Data d'iscrizione : 21.03.14

MessaggioTitolo: Re: San Martino - la pieve svanita   Mer 30 Ago - 20:46

Bella storia me che peccato ne restino solo le rovine...e ch e verranno spianate per far posto ad un campo agricolo...che scempio...che...che... Sad
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: San Martino - la pieve svanita   

Tornare in alto Andare in basso
 
San Martino - la pieve svanita
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
www.MOTOLTREPO.com :: MOTO E OLTREPO PAVESE :: "SPINO FIORITO" : CASTELLI E TORRI dell'Oltrepo-
Andare verso: